News | Sardegna | Montagna

Il Trekking Selvaggio Blu - Sardegna

Notizia del 25/08/2013

In dialetto sardo si dice :”In caminu s’acconza su barriu” ( in cammino si assesta il carico) e nessuna frase mi sembra più adatta per descrivere il SELVAGGIO BLU, un trekking spettacolare, di grande soddisfazione, ma anche di buon impegno, durante il quale lo zaino che ogni partecipante si dovrà portare appresso, sarà la costante compagnia di questo viaggio tra mare e supramonte.

SELVAGGIO BLU trae origine dall’arcaico sistema di sentieri risalente a pastori e carbonai, concatenati oggi, fino ad ottenere il percorso attuale. Il percorso si snoda tra roccia e mare, alternando tratti che si inoltrano tra la vegetazione, ad altri che sono a picco sul mare e che a questo conducono, regalando ai trekkers il piacere di gustosissimi bagni serali !!

La soddisfazione è resa completa con brevi tratti di semplice arrampicata e successiva discesa in corda doppia.

SELVAGGIO BLU è da molti definito come il trekking più impegnativo d’Italia, io non so se ciò sia vero ma per quanto mi riguarda è il più originale ed il più ricco di situazioni che non si ritrovano in nessun altro percorso del genere: tanto per la particolarità dell’ambiente quanto per la mescolanza di mare e roccia che danno come risultato un’esperienza davvero unica.

Il trekking è un trekking vero, senza punti d’appoggio e che impone al gruppo di essere autosufficiente per tutta la durata del percorso: la Guida Alpina provvederà a sistemare in anticipo lungo il precorso, dei depositi di cibo ed acqua.

Le tappe non presentano mai dislivelli “alpini”, ma la particolarità del terreno e le non comuni difficoltà di orientamento impongono degli impegni non proprio brevi.

Si tratta comunque di un percorso adatto a chiunque sia abituato a muoversi a piedi in montagna portandosi appresso il suo zaino, le brevi sezioni di facile arrampicata e di discesa in corda doppia saranno gestite in toto dalla Guida Alpina e perciò affrontabili anche da chi non abbia nessun tipo di preparazione alpinistica.

Ma forse la peculiarità più attraente di SELVAGGIO BLU, è quella di offrire ai partecipanti l’ormai perduta esperienza delle notti all’aperto: i pernottamenti sono infatti previsti tutti in ricoveri naturali oppure sotto alle stelle, una situazione ormai a tutti inusuale, ma alla quale ci si riabitua subito con grande facilità e piacere !!!

SCHEDA DEL TREKKING

Periodo – 14/ 21 Settembre 2013. Durata – 6 giorni. Impegno – Percorso per escursionisti allenati, non è richiesta esperienza alpinistica. Pernottamenti – Due notti in B&B, bivacchi all’aperto durante il trek. Gruppo – min. 4 persone. Quota partecipazione – 800 euro a persona. Accompagnamento – Guida Alpina UIGMA-IFMGA. MICHELE BARBIERO

La quota comprende – Guida Alpina UIAGM-IFMGA, due notti in B&B , rifornimenti di acqua e viveri durante il trek , attrezzatura alpinistica di gruppo.

Rientro in gommone alla fine del trek. La quota non comprende – Viaggio per e dalla Sardegna, trasferimenti privati, tutti gli extra personali, le due cene a Cala Gonone, assicurazioni personali facoltative, tutto ciò non specificato alla voce precedente.

RITROVO : SABATO 14 SETTEMBRE 2013 ENTRO LE ORE 16.00 A S.MARIA NAVARRESE

Equipaggiamento

Zaino 40/50 lt.

Sacco a pelo (non particolarmente pesante, è sufficiente un comfort di 0°C). Materassino/Stuoia in poliuretano espanso.

Lampada frontale. Imbragatura, un moschettone, un cordino (per chi ne fosse sprovvisto provvederà la Guida).

Occorrente per mangiare: piatto, tazza, posate. Scarpe da trekking.

Ciabatte da mare. Un paio di pantaloni lunghi ed un paio di pantaloni corti.

T-shirts, calzini e mutande di ricambio. Felpa/Pile leggero.

Giacca a vento leggera. Occhiali e cappello da sole.

Crema solare. Repellente per zanzare.

Asciugamano ed occorrente per toilette. Costume da bagno.

Piccolo pronto soccorso.

PER INFORMAZIONI: scrivere a bebpiantravigne43@libero.it

ULTIMI POSTI!

Torna a inizio pagina


Grafica e layout by mb - Tecnologia Webasic