News | Abruzzo | Montagna

La ricetta degli arrosticini abruzzesi

Notizia del 17/06/2012

Arrosticini

Difficoltà: Bassa

Cottura: 8 min

Preparazione: 20 min

Dosi per 4 persone

Gli arrosticini sono un piatto tipico della cucina Abruzzese, apprezzati sia in Italia che all’estero; essi sono degli spiedini di circa 25-30 cm di carne di ovino (castrato o pecora), tagliata in piccoli cubetti di 1 cm per lato, e nascono dalla tradizione pastorizia della regione, infatti il gran numero di pecore e agnelli allevati in Abruzzo hanno fatto si che questa carne avesse un grande utilizzo e una notevole diffusione.

Oggigiorno gli arrosticini sono quasi esclusivamente preparati con carne di castrato e vengono commercializzati già pronti da cuocere, tagliati in piccoli cubetti e infilzati sugli spiedini, ma, con un po’ di pazienza e maestria, possono essere tranquillamente preparati anche a casa.

La cottura tradizionale dell’arrosticino avviene sul “rustillire” (o furnacella) , particolare braciere di piccole dimensioni dove gli arrosticini possono essere rigirati e cotti senza difficoltà.

Generalmente la cottura a brace non comporta ulteriori condimenti, ma alcuni amano profumare gli arrosticini con un rametto di rosmarino imbevuto in olio e pepe, oppure, occasionalmente spolverizzarli con del peperoncino tritato.

Nella preparazione casalinga, non potendo di sporre della brace, che conferisce all’arrosticino il caratteristico sapore, si può marinarli brevemente in olio e pepe, aggiungendo secondo i gusti rosmarino e limone, e ricorrere (ahimè, senza gli stessi risultati) ad una griglia, piastra o forno.

Ingredienti

Carne ovina

Ricettearrosticini 800 gr

Limoni

Ricetteil succo di 1/2

Olio

Ricetteextravergine di oliva q.b.

Pepe

Ricettemacinato q.b.

Rosmarino

Ricette1 rametto

■ Preparazione

arrosticini_1_ric.jpg

Separate bene gli arrosticini gli uni dagli altri e disponeteli in un piatto dove aggiungerete dell’olio extravergine di oliva; rigirateli in modo da ungerli su tutti i lati e spolverizzateli con pepe e sale.

Se disponete della classica furnacella per arrostire, preparatela con braci o carbone, disponetevi gli arrosticini e cuoceteli a fuoco basso.

In alternativa, scaldate una griglia, piastra o forno.

Dopo aver insaporito gli arrosticini con un ramoscello di rosmarino, spruzzateli con mezzo limone spremuto (se piace), dopodiché lasciate marinare qualche minuto.

Cuocete gli arrosticini, un paio di minuti per lato, ungendoli di tanto in tanto con il ramoscello di rosmarino imbevuto nell’olio della marinatura.

■ Consiglio

La carne degli arrosticini deve contenere una percentuale di grasso pari a ¼ del suo peso, quindi del 25%; questo per impedire che durante la cottura diventi troppo asciutta e inevitabilmente dura.

Durante la cottura degli arrosticini, non tenete la fiamma troppo alta, poiché rischiereste di bruciarli oppure di renderli troppo secchi.

Torna a inizio pagina


Grafica e layout by mb - Tecnologia Webasic