News | Veneto | Terre d'Acqua

La sopressa di Giorgio Squizzato

Notizia del 31/03/2012

Si sa, per i veneti, la sopressa è un'arte.

Che poi, in giro,si trovi di tutto, è un'altra storia .

Al laboratorio gastronomico promosso dal Mini Market di Cavasagra di Vedelago, i giornalisti e i comunicatori della Associazione l'Altratavola hanno potuto degustare la sopressa dell'azienda agricola di Giorgio Squizzato, tagliata

dallo stesso autore e accompagnata dal pane del panificio Gumirato di San Marco di Castelfranco.

Semplicemente favolosa.

"La sopressa, il cui nome deriva dal provenzale saupres-sado che significa salato e pressato, viene prodotta in tutto il Veneto, in differenti versioni che più o meno si rassomigliano. La soppressa trevigiana si ottiene con sole carni di suino nazionale, dal prosciutto al capocollo e dalla spalla al sottogola, snervate e macinate a grana media. L'impasto della soppressa trevigiana viene poi conciato con sale, pepe e vino Prosecco tiepido per aumentare la scorrevolezza della carne e successivamente insaccato in un budello gentile bovino. La soppressa così ottenuta viene immersa in un catino colmo di acqua tiepida e massaggiata sino ad ottenere un aspetto uniforme e compatto. Terminata quest'operazione, è legata con lo spago e messa ad asciugare per alcuni giorni in un luogo dapprima caldo umido e via via più asciutto, prima di passare alla stagionatura finale che va da un minimo di 5 mesi sino ad arrivare a un massimo di 2 anni".

Torna a inizio pagina


Grafica e layout by mb - Tecnologia Webasic