News | Veneto | Montagna

Lo speck e il pastin di casa Sperandio

Notizia del 31/10/2011

Troviamo Adriano Sperandio nella sua macelleria di Villa di Villa di Mel, intento a preparare, con meticolosità e passione, i suoi salumi di tradizione. A Canale d'Agordo, di par suo, il fratello Flavio interpreta ugualmente l'arte antica del becher.

La curiosità del gusto ci porta in montagna per assaggiare lo speck artigianale di casa Sperandio e per realizzare una buona scorta di pastin.

Sullo speck c'è poco da dire. Genuino, tradizionale, dai sapori di un tempo.

Non siamo mai riusciti a carpire ad Adriano e Flavio il segreto della loro personalissima lavorazione.

Il pastin è invece una pietanza a base di carne tritata alla grossa di maiale e/o manzo, simile alla salsiccia tipicamente veneta, salata e speziata, o piu semplicemente l'impasto del salame appena fatto e non stagionato, tipica del bellunese. Il pastin è inserito nell'elenco dei prodotti tradizionali veneti. Noto fin dal medioevo, è un cibo prevalentemente invernale, ed abbinato alla classica polenta, veniva un tempo consumato al momento dell'abbattimento del maiale. Può essere consumato crudo, spalmato sul pane o alla griglia o può essere parte di ricette più complesse.Tipico e vivamente apprezzato da bellunesi e non, è il famoso panino con pastin e formai (formaggio) alla piastra, classica pietanza servita nelle sagre paesane del bellunese.

-----------------------------------------

Notizia n. 2225 dal Veneto

Torna a inizio pagina


Grafica e layout by mb - Tecnologia Webasic