News

Il Gusto Quotidiano di giovedì 30 dicembre

Notizia del 28/12/2010

La ricetta del giorno

Risotto alle erbe aromatiche

Ingredienti:---> per 4 persone: 240 gr. di riso, 4 zucchine, 4 pomodori, olio d'oliva, 1 cipolla bianca, finocchietto selvatico q.b., 150 gr. di bietoline (o segale) brodo vegetale, vino bianco, erba cipollina, timo, maggiorana, 35 gr. di pecorino grattugiato, sale. <---

Istruzioni per la preparazione:---> Fate soffriggere la cipolla tritata, indi, tostatevi il riso. Sfumate con un pò di vino bianco, dopodichè cuocete con brodo vegetale aggiungendolo poco per volta. A tre quarti di cottura unite le bietole già scottate e tagliate e, una dadolata di pomodori. A parte, frullate le erbe aromatiche, olio, un pò di pecorino. A cottura ultimta aggiungete il pesto di erbe aromatiche, una dadolata di zucchine precedentemente appassite in padella con un filo d'olio e un pò di sale. Mantecate il risotto con il pecorino. Servite. <---

Tempo preparazione: 60 min.

-----------------------------------------

Capodanno Celtico a Milano

Capodanno 2011 in Piazza Castello a Milano

La notte di San Silvestro in Piazza Castello a Milano, il modo migliore per festeggiare il Capodanno 2011

Torna, scandito dall’antico calendario celtico, nei giorni magici dell’incontro tra i mondi quando il tempo genera l’anno nuovo, “Samain”.

Torna e nuovamente Milano s’appresta a celebrarlo con un turbinio di musiche, balli, suggestioni e sapori lungo i tre giorni di spettacoli e rievocazioni del “Capodanno Celtico e con un fitto calendario d’iniziative culturali interdisciplinari – conferenze, laboratori, esposizione - volte a promuovere, attraverso una più efficace e divulgazione dei progressi della ricerca e delle nuove teorie scientifiche ed accademiche, la riscoperta di una parte ancora poco nota della storia della città, la storia della Milano e della Lombardia golasecchiana e lateniana.

La manifestazione è entrata a pieno titolo nel circuito dei grandi festival celtici europei, guida, nel cerchio senza tempo del Castello, il pubblico sempre più numeroso – 100.000 presenze nell’edizione 2008 – in un entusiasmante percorso tra antichi accampamenti, danze sfrenate, accese battaglie, sussurri d’arpe che incantano, artigiani e le più coinvolgenti voci del panorama celtico e folk nazionale ed internazionale, alla scoperta di un patrimonio che è parte irrinunciabile dell’identità culturale di Milano e della Lombardia.

Con l’intento e la speranza che le nuove generazioni si ritrovino nell’unicità e nella ricchezza di questo patrimonio culturale il programma prevede in tutto l’arco della sua durata iniziative volte specificamente alle scuole ed ai più piccoli.

-------------------------------------------------

Capodanno 2011, veglione di San Silvestro a Spoleto

Caopdanno 2011 a Spoleto

La notte di San Silvestro a Spoleto, il modo migliore per festeggiare il Capodanno 2011

Il modo migliore per festeggiare il Capodanno 2011 a Spoleto, le offerte per il primo giorno dell'anno nuovo, in piazza, ih albergo o negli agriturismo, tutte i pacchetti speciali per le festività di fine anno a Spoleto.

Le idee migliori per trascorrere il Capodanno a Spoleto, per una festa romantica o in mezzo alla gente, sulla neve in montagna o in riva al mare, in una baita o in qualunque appartamento nel cuore di Spoleto per il solo pernottamento.

----------------------------------------------------

Capodanno ad Otranto con Nina Zilli

"Alba dei popoli", giunta alla sua 12ma edizione, si presenta con un lungo calendario che culminerà la notte del 31 dicembre con il concerto in piazza di Nina Zilli. Un appuntamento che parla delle tante anime del Mediterraneo che ha visto la luce nel 2000 e continua, ininterrottamente ad animare l’inverno salentino.

La rassegna inizia con un messaggio di pace e di buon augurio per il nuovo anno, affidato ai più piccoli, grazie all’iniziativa dell’associazione di promozione culturale Art’Etica con le luminarie, l’albero e lo spettacolo di lanterne volanti.

Il Club Unesco di Otranto presenta “I diritti dei cittadini nel processo della comunicazione”, cui parteciperanno affermati giornalisti nazionali, tra cui Oliviero Beha. Il Museo della ceramica di Grottaglie porterà la mostra di figurine di Natale in ceramica. L’Istituto delle maestre pie Filippini organizza insieme ai bambini e ai loro genitori una fiaccolata della pace e una mostra di tutti i presepi creati dagli stessi. Mentre l’associazione “Hydro... un fiume di idee” creerà un presepe presso la Torrematta e la consegna dei doni per i bimbi. L’associazione commercianti Ocso organizza una quattro giorni di enogastronomia e musica, in collaborazione con l’assessorato regionale alle Politiche agricole. In un’atmosfera natalizia saranno presentati prodotti tipici dell’enogastronomia locale, con possibilità di degustazione. L’associazione culturale “Hydruntum Art”, nel magnifico scenario della cattedrale di Otranto.

La notte del 31, invece, si apre con un dj set curato da Sergio Petio di “Music empire”, per giungere sino allo spettacolo pirotecnico sul mare in occasione del passaggio all’anno nuovo. Qui inizierà il concerto di Nina Zilli, che ha partecipato all’ultima edizione del festival di Sanremo ricevendo il premio della critica “Mia Martini” e il premio della Sala stampa radio e tv nella categoria “Nuova generazione”. [FI]Il suo primo album, “Sempre lontano”, ha raggiunto il disco d’oro per le vendite.

E a Sanremo, ma nella categoria Big, la ritroveremo a febbraio, come ha anticipato nei giorni scorsi il direttore artistico Gianmarco Mazzi.

«La scelta di Nina Zilli è legata allo splendido film di Ferzan Ozpetek che ha ricevuto premi in tutto il mondo – ha spiegato l’assessore al Turismo Antonio Schito - un modo per ringraziare il regista, artefice delle atmosfere mediterranee di un capolavoro che ha invogliato tanta gente a visitare il Salento».

Un grande concerto, dunque, ed «una grande partecipazione di operatori ed associazioni – ha spiegato l’assessore alla cultura Salvatore Sindaco - che vede la partecipazione di tante energie della città».

Per gustare l’alba a Palascìa si potrà vedere “Ulisse from Salento” di Don Pasta direttamente nel faro (dalle 5 del primo mattino del 2011 in poi). Sempre a Palascìa ci sarà “Natura e cultura nel mondo romano” organizzata da Paolo Rausa in collaborazione con Legambiente Otranto. La Provincia di Lecce, l’associazione Otranto Nuovi Orizzonti e la Camera di Commercio hanno organizzato un appuntamento culturale che prende spunto da un dialogo che avrà per protagonista lo scrittore Predrag Matvejevic e il suo ultimo libro “Pane nostro”. L’autore presenterà il libro “Otranto Valona Microstorie”, testo sui 20 anni di immigrazione ad Otranto, e il documentario con lo stesso titolo che raccoglie le microstorie di frontiera dei venti anni di immigrazione, con il racconto dei protagonisti e la memoria di coloro che parteciparono alle vicende.

Fonte: http://www.quotidianodipuglia.it

Torna a inizio pagina


Grafica e layout by mb - Tecnologia Webasic