News

Il Gusto Quotidiano di mercoledì 29 dicembre

Notizia del 28/12/2010

La ricetta del giorno

Filetto di maiale allo speck alle mele

Questo filetto di maiale allo speck e mele è un secondo piatto semplice da preparare che richiama molto, dal nome della ricetta, filetto di maiale alle mele che vi abbiamo già suggerito in precedenza. In ogni caso sappiate che abbinare la frutta con la carne di maiale è quasi sempre una maniera per presentare in tavola un secondo piatto saporito a anche originale. Scegliete le mele rosse per cucinare questa ricetta, soprattutto quelle sode e succose.

 

Ingredienti per il filetto di maiale alle mele (dosi per 4 persone):

* filetto di maiale 600 g

* 8 fettine di speck

* 2 mele

* 1 spicchio di aglio

* mezzo bicchiere di vino bianco

* burro

* sale

* pepe

 

Preparazione:

 

Ricavate dal filetto 8 noci di carne e avvolgete ognuna in una fettina si speck, quindi mettete a rosolare con poco burro in una padella con lo spicchio di aglio. Intanto lavate le mele, tagliatele a fette di mezzo centimetro o meno e mettetele a rosolare con una noce di burro.

 

Aggiungete le mele alla carne, quindi bagnate con il vino bianco, regolate di sale e pepe e lasciate cuocere per 10 minuti, poi mettete nel piatto e servite subito.

--------------------------------------------------------

Dove andare a sciare?

Qualche idea per trovare la prossima meta per un weekend sulla neve…o in baita a bere cioccolata

La mete giuste per divertirsi sulla neve

Le gioie dell’inverno: il Natale, stare al caldo con una cioccolata calda e soprattutto la neve. In molti affolleranno le piste da sci durante le feste natalizie, o aspetteranno la settimana bianca a febbraio. C’è però chi non può aspettare tanto, e vuole subito mettere alla prova il suo stile. Ecco le migliori destinazioni: il clima “artico” di quest’anno invoglia ad andare a sciare

Valle d’Aosta

Cervinia, Pila, La Thuile e Monterosa Ski hanno aperto già a fine novembre. Ormai però si scia già su due terzi del comprensorio. Le mete della regione al confine con la Francia potrebbero essere la meta ideale per chi vuole scendere dalle cime senza dover affrontare troppo caos turistico.

Piemonte

A Bardonecchia, in alta Val di Susa, temperature molto basse e abbondanti nevicate hanno già permesso l’inaugurazione a Novembre: gli impianti di Colomion, Melezet e Jafferau sono tirati a lucido per la stagione. Bardonecchia ospiterà anche Jägermeister Vertical Tour, tre giorni di esibizioni e gare di freestyle.

Lombardia

Piani di Bobbio sono la stazione sciistica più vicina a Milano: una delle più frequentate di tutta la regione. I weekend di fine novembre sono stati un successo anche grazie alle politiche di skipass offerti a prezzi super scontati. Da dicembre la stazione sarà dotata anche di una nuova seggiovia che sale in cinque minuti da Valtorta alle piste. E’ iniziata anche la stagione dello sci di fondo.

Trentino Alto Adige

Sui 3200 metri del ghiacciaio della Val Senales si scia dalla fine di novembre, grazie a 50 centimetri di soffice neve fresca. Queste piste sono la patria italiana del telemark, la disciplina sciistica nordica a tallone libero, non più appannaggio solo di nostalgici dilettanti, ma di un sempre più folto numero di appassionati di questa tecnica dai movimenti lenti e controllati. Una gita che può essere occasione per scoprire i mercatini di Natale dell’Alto Adige.

Friuli

Anche in Friuli sono in moto gli skilift: i cinque poli di Tarvisio, Sella Nevea-Bovec, Zoncolan, Forni di Sopra e Piancavallo sono pronti ad essere solcati. A Tarvisio si scende sulla parte alta del Lussari, a Sella Nevea sono pronte le piste Canin e Gilberti. Sullo Zoncolan sono disponibili le Goles, per sciare a Forni di Sopra si prendono le Varnost. Al via anche i campi scuola nella regione.

-------------------------------------------------------------

Fiaccolate, cabaret e tanta musica per la notte di Capodanno

 

 

AOSTA. Temperature glaciali e crisi di soldi non impediscono di sognare un Capodanno in grande stile. Che non significa tuffarsi in feste con prezzi da capogiro, ma partecipare al tradizionale sbarco nel nuovo anno con verve, allegria e voglia di divertirsi.

Il ventaglio delle offerte lo permette. Il capoluogo regionale si presenta, ormai da molti anni, smagliante in questa notte magica, "truccata" comme il faut per dare l'addio al 2010 e salutare con i migliori propositi il nuovo anno. Tutti in piazza la sera del 31. Nel salotto di Aosta, dove si concentra la maggior parte delle kermesse, il Comune propone un Capodanno in compagnia della celebre band ufficiale di Radio Zeta con musica Anni 60/70/80/90. Clou della serata, il duo comico Corrado Nuzzo e Maria Di Biase, comici di Zelig e lo spettacolo "Mai dire Martedì", il più gettonato del momento sul grande schermo e in vari teatri italiani.

E' forte l'aspettativa per questa serata che, da sempre, si veste di magia. Un appuntamento elettrizzante, coinvolgente a cui è difficile sottrarsi. E c'è da credere che residenti e turisti onoreranno, anche quest'anno, la festa in Piazza Chanoux. Piace il brindisi sotto le stelle. Piacciono i calici innalzati in un luogo pubblico trasformato in "famigliare" dalla sapiente regia degli organizzatori. Musica e comicità: felice binomio voluto per regalare una notte in cui vige l'imperativo categorico di divertirsi in assoluta spensieratezza.

In piazza Cavalieri di Vittorio Veneto scendono anche abitanti e villeggianti, per la verità ancora molto scarsi, di Saint-Vincent. Cabaret, show musicale e spettacolo di burlesque fanno da sfondo ad un Capodanno che, nella cittadina termale, si distingue dallo sfarzo del cenone al Casino e al Grand Hôtel Billia. Eccoli, allora, Cristiano e Giacomo Duotorri, cabarettisti del palcoscenico di Zelig. Performance di grande effetto per strappare scroscianti applausi al pubblico delle grandi occasioni. Show a sorpresa, poi, con "Luca Bergamaschi and Co.". Risate garantite con "La divina regina del burlesque". Il suo nome? "Lo scoprirete soltanto vivendo....la festa". Ballare all'aperto nella notte più lunga dell'anno! A Saint-Vincent si può con i "Night Fever" e "Magikfantasy". Anche i più piccoli avranno il loro momento di gloria, al mattino e pomeriggio del 31, con un'animazione a tutto campo nelle vie del centro storico.

Nel paese più alto d'Europa, dove Babbo Natale è arrivato sulla slitta, i maestri di sci saluteranno il 2011 con la tradizionale fiaccolata. E' il Capodanno organizzato a Chamois, suggestivo agglomerato urbano di poco più di 100 anime, ambito da chi ama ambienti incontaminati. I signori della neve scenderanno dal lago di Lod con la loro fiamma e arriveranno, alle 24, nella piazza principale per brindare con la platea esclusiva di un Capodanno a contatto con il cielo.

Raccolto, ma non meno esilarante, il Capodanno promosso a Courmayeur. Il "Jardin de l'Ange", nella via principale della località sovrastata dal Monte Bianco, accoglierà il concerto dei "Bàbata". Fiumi di birra scorreranno fra i partecipanti a questo "music live revival", uniformandosi alle proposte delle discoteche del centro e delle frazioni confinanti.

«C'è ancora molta disponibilità di posti letto. Speriamo molto in questo fine settimana». Così gli operatori turistici di Breuil Cervinia, fra le cittadine "in" de la Vallée, dove il Capodanno verrà organizzato dai singoli titolari di alberghi e ristoranti.

Il divertimento è assicurato in ogni angolo della Valle. Trascorrere il Capodanno nella Regione dei Quattromila equivale ad assicurarsi uno svago a 360 gradi. «E' qui la festa?», echeggiava il comico Francesco Salvi. C'è, addirittura, l'imbarazzo della scelta.

Sandra Lucchini

(da aostaoggi)

--------------------------------------------------------------------

Sulla Marmolada per Capodanno 2011

La Marmolada, è località di alpinisti e sciatori , con i suoi 3.300 metri è la cima più elevata delle Dolomiti, e per questo viene definita la regina delle Dolomiti. Ai piedi del versante nord, vi è il Lago Fedaia lungo circa 2 km.

Sulle meravigliose montagne dolomitiche si possono praticare discese o sci di fondo su piste da sci per tutti i livelli.

Per arrivare sulla Marmolada si utilizzano le ciaspole, le pelli di foca, oppure la celebre funivia divisa in tre tronconi e di recente ammodernata. Famoso è il primo troncone, quello che si intravede anche dalla strada che giunge al passo Fedaia. Le funi salgono praticamente parallele alla roccia e la funivia arriva a compiere 900 metri di dislivello. La pista della Marmolada è fantastica, essa scende per ben 12 km attraversando per intero il ghiacciaio della Marmolada, collegandosi alle piste che arrivano dal Passo Padon per poi tornare a Malga Ciapela.

Se non sapete sciare ecco delle slitte attrezzate e trainate da cani che aspettano di iniziare la corsa in un meraviglioso e sconfinato paesaggio. Una utile alternativa allo sleddog può essere una comoda passeggiata in sella a un cavallo, immergendosi nella quiete ed i paesaggi unici che le Dolomiti forniscono.

Una settimana all’insegna del relax dello sport e del divertimento… il modo giusto per festeggiare l’arrivo del 2011 carichi e grintosi.

--------------------------------------------------------------

Capodanno Castellano in Piazza Serenissima

Quest’anno il capodanno a Castelfranco si fa in piazza Serenissima. La festa si sposta quindi nella zona del centro commerciale. Il tam tam su internet è già partito e gli organizzatori hanno iniziato a mandare gli inviti tramite Facebook.

La festa in piazza Serenissima è una novità assoluta e potrebbe rappresentare l’inizio di una nuova era per questo grande spazio inutilizzato.

"Non sarà discoteca, non sarà una festa, non un evento come tutti gli altri - spiegano gli organizzatori su Facebook - Capodanno Castellano darà il via al 2011 con una rivoluzione sociale e del normale concetto di divertimento.

Progetto seguito dagli organizzatori da più di tre anni, consolidando i rapporti con il Comune di Castelfranco Veneto, che ci ha dato la possibilità di "scendere in Piazza" Per la prima volta per un evento pubblico di questa portata; creando le condizioni per qualcosa di sensazionale e in sicurezza; facendo del bene divertendoci.

Il tutto in una tensostruttura riscaldata, con palco consolle, doppio line array, due privè... e novità in continuo aggiornamento.

Un evento aperto a Castelfranco Veneto, ai giovani e meno giovani: dalle 21.00 ci sarà un concerto live di benvenuto del cantante vincitore di TvTalents Alessandro Novello, accompagnato da cocktail di benvenuto e buffet caldo-freddo. dalle 23.00 warm up del dj con una selezione a 360°mezzanotte grande brindisi offerto, niente champagne noi stiamo sui vini veneti, la patria del Prosecco!

Dopo le recenti catastrofi ambientali manteniamo la nostra piccola economia nel territorio influenzato dai disastri; tre delle nostre miglior cantine saranno in esposizione durante tutta la serata, qualsiasi dettaglio su nomi e prodotti a brevissimo su www.capodannocastellano.it da 00.30 proseguimento dj-set ma in una cornice assolutamente diversa dal normale, accompagnato da un light-show straordinario!! Questo solo un breve incipit di quello che sarà il capodanno 2011 per i castellani e non solo!! Informazioni in continuo aggiornamento da settimana prossima(1 dicembre) su www.capodannocastellano.it".

Fonte: http://www.oggitreviso.it

Torna a inizio pagina


Grafica e layout by mb - Tecnologia Webasic