News | Marche | Collinando

Cossignano Borgo Europeo del Gusto

Notizia del 12/06/2009

Un Comune di poco più di 1000 abitanti ma ricco di risorse storico-culturali.

Noto anche come "Ombelico del Piceno", il territorio di Cossignano, ampio circa15 km², occupa l'area collinare della dorsale fra le sorgenti del torrente Menocchia e del fiume Tesino.

Il centro storico, più elevato rispetto al resto del comune, potrebbe essere contenuto in un campo di calcio: misura 180 m per 90 m ed è di forma ovoidale.

Occupato prima dai Piceni e , in seguito, dai Romani, il territorio di Cossignano divenne, in epoca medievale, di proprietà dello Stato Pontificio.

Di quegli anni restano la possente cinta muraria e la chiesa di Santa Maria Assunta che contiene diversi dipinti del 1700 e alcuni d'epoca precedente. Al suo interno, in una teca, è inoltre conservato un prezioso reliquario contenente resti di moltissimi santi e un pezzo di legno molto antico che si dice provenire proprio dalla croce di Cristo. Questi preziosi oggetti sono un dono di Niccolò IV, papa dal 1288 al 1292, originario di Ascoli.

La Commissione Nazionale Giornalistica, dopo un'attenta valutazione, ha deciso di candidare Cossignano a Borgo Europeo del Gusto, avvalendosi della preziosa collaborazione di Daniele D'Ercole dell'Azienda Agricola D'Ercoli, nominato delegato dell'Italia del Gusto per la Provincia marchigiana di Ascoli Piceno.

Chiara Cascio

---------------------------------------------------------------------

Osservatorio Nazionale dei Parchi di Informazione

Periodo dal 30 agosto 2008 al 30 agosto 2009

Evento n. 398 ( segnalato dal Parco di informazione delle Marche)

Torna a inizio pagina


Grafica e layout by mb - Tecnologia Webasic