News | Veneto | Terre d'Acqua

A Trevignano con 'Grandi Storie di Piccoli Borghi'

Notizia del 19/06/2008

A TREVIGNANO, CON 'GRANDI STORIE DI PICCOLI BORGHI'......

La delegazione di Italia del gusto del Montello e dei Colli Asolani ha presentato l'iniziativa d'informazione'Grandi storie di piccoli borghi'.

Italia del gusto promuove infatti dal 16 giugno al 31 agosto 'Grandi Storie di Piccoli Borghi', una manifestazione che comprende oltre 50 iniziative di informazione alla scoperta di aspetti inediti del Nordest del gusto.I Viandanti del gusto ('giornalisti in carovana'), visiteranno in incognito borghi e territori ; realizzerannodegustazioni ; visiteranno aziende, proponendole in conferenze stampa a convivio ; incontreranno gli amministratori pubblici locali ; conosceranno i segni della storia nelle comunità locali ; parteciperanno a molte manifestazioni locali ;presenteranno e conosceranno libri e ricerche ; si incontreranno agli Stati generali del Gusto (dal 5 al 7 luglio, a Borso del Grappa,Pove del Grappa e a Montebelluna, nella cinquecentesca Villa Binetti Zuccareda,sede del Museo dello Scarpone e sede istituzionale della Azione Borghi Europei del gusto).

Il percorso prevede lo scambio e il confronto con borghi e territori delle altre regioni italiane e di ben dieci stati europei.I numeri dell'evento sono imponenti : oltre 250 aziende della filiera agroalimentare del Nordest coinvolte e intervistate ; oltre 50 aziende di altre regioni italiane presentate ; ben 50 amministrazioni locali 'visitate' e intervistate.

La collaborazione di tutti i Parchi d'informazione porterà la 'carovana del gusto' dei giornalisti a conoscere direttamente oltre duecento aziende della filiera agroalimentare.

La prima visita è avvenuta nel Comune di Trevignano,ove si è tenuto nei giorni scorsi il Palio del Batar Panocie, organizzato dalla Associazione Trevignano 2000. Il Palio è stato inserito tra le manifestazioni segnalate dalla rete InfoCerere,uno sportello informativo rivolto al mondo rurale nelle sue diverse espressioni, per sviluppare la comunicazione su progetti, iniziative, manifestazioni che 'toccano' il mondo agricolo. InfoCerere (dal nome della dea romana dei raccolti), utilizzerà la rete italiana ed europea di Italia del gusto, andando anche a costituire una rete 'speciale' di borghi ove si svolgono iniziative orientate alla valorizzazione del territorio e delle eccellenze locali.

"L'idea del Palio del Batar Panoce è scaturita in una sera del 1990, quando i giovani di quegli anni avevano una gran voglia di creare qualcosa di importante.Il Palio nasce ufficialmente nel 1991 con la prima sfida nella prima domenica di luglio, dando inizio ad una storia che i cittadini di Trevignano presto fanno rientrare nella tradizione popolare:Il Batar Panoce ripropone, sotto forma di sfida e competizione, un lavoro rurale che si svolgeva cinquant'anni fa nelle campagne di queste zone. Lo scopo è di non far dimenticare alle nuove generazioni quali sono le nostre radici, fondate soprattutto nel lavoro manuale della terra.La sgranellatura delle pannocchie coinvolgeva intere famiglia, all'epoca molto più numerose dei giorni nostri, creando quel clima di solidarietà che permetteva di affrontare anche i lavori più duri.Nella gara queste famiglie sono divise in Borgate, ognuna con "El Paron de casa." , "a Massera" , "el Bocia", e tutti i componenti che svolgeranno fisicamente la gara, ovvero "El mena mango", "el tra entro", "e ciol su e panoce", "el tra su e panoce", " i porta e seste", "el tra entro e Pance con la sesta" "el porta sac"."

Il percorso del gusto dei giornalisti non poteva che iniziare dal supermercato Crai di Giuseppe Zanella, a Trevignano.Pensate, esiste l'albero genealogico che fa risalire la storia della famiglia

fino al '600. Una famiglia dedita da sempre al commercio e alle iniziative imprenditorili autonome.

Giuseppe è anche un socio appassionato dell'ONAF e dimostra (basta guardare il suo banco!), una predilezione autentica per I formaggi. Potrete trovare il meglio delle produzioni tipiche del Nordest in quest'angolo di paradiso che trova una sua ripetizione identitaria nel supermercato Crai di Istrana,affidato alle abili mani del figlio Sandro.

Italia del gusto ha voluto affidare alla famiglia Zanella le scelte delle eccellenze da proporre ai giornalisti che interverranno agli Stati Generali del Gusto che si terranno in Villa Binetti Zuccareda a Montebelluna, agli inizi di luglio.

Una degustazione delle eccellenze locali verrà poi realizzata a L'Osteria di Signoressa, che ci ha incantato non solo per l'avvenenza della Sua titolare ( il buon Roberto, oste esemplare nonchè marito, non se ne abbia a male!), ma anche per la scelta di vini veneti, trentini, siciliani di alto profilo qualitativo.Una ottima tana del gusto, per meditare sulle alterne vicende della vita, sorseggiare un buon calice accompagnato da cicchetti fantasiosi e intrecciare qualche dialogo, senza preoccuparsi troppo delle reciproiche identità ( come si conviene in una osteria autentica!).

In quel di Falzè entrate con fiducia nella Pasticceria La Delizia,un'oasi di dolce tranquillità nel marasma della vita quotidiana, di noi, poveri cronisti dell'anima.Michele ha aperto il suo locale a febbraio di quest'anno e propone una linea di pasticceria da asporto .La sua esperienza deriva dagli studi fatti alla scuola alberghiera. “ Punto molto sulla frutta : per esempio a Pasqua ho proposto la colomba con i lamponi. In questa stagione vanno moltio anche I semifreddi”. La Delizia interpreta poi tutta una linea di biscotteria secca, che verrà presentata alla degustazione

degli Stati Generali del Gusto, per accompagnare i grandi vini passiti italiani.

Michele non manca di realizzare torte su richiesta di tutti i tipi ( meglio se alla frutta!), cioccolateria e .... un ottimo servizio per rinfreschi !

Il buon pane lo potrete ritrovare a Trevignano, presso la rivendita de Il Forno di Facchin.

La famiglia Facchin conduce la propria attività dal lontano 1947, in quel di Ciano di Montello, proponendo un pane artigianale concepito con la cura e la passione di un tempo.

Non mancano, nella produzione di famiglia, dolci da forno, a completare un impegno che definire storico,è il minimo.

La cucina e i buoni vini sono di casa, storicamente, all'enoteca ristorante di Giorgio Schiavon.

Abbiamo parlato con il figlio (cuoco) e abbiamo capito che....buon sangue non mente.Giorgio è da sempre una presenza identitaria : non ha mai stato protagonista di quella ristorazione 'urlata', che bada più alle apparenze che ai fatti.Eppure il suo locale è stato frequentato da personaggi famosi, che qui trovano una isola di buon gusto e buona cucina (Trattoria enoteca “Da Giorgio Schiavon” – via Contrada – Falzè di Trevignano ).

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Osservatorio Nazionale dei Parchi d'Informazione

Lettura dal 30/09/2007 al 30/08/2008

Evento n. 303 (segnalazione del Parco di informazione del Montello e dell'Asolano )

Verso gli Stati Generali del Gusto, Notizia n.46

Grandi Storie di Piccoli Borghi,Notizia n.4

Torna a inizio pagina


Grafica e layout by mb - Tecnologia Webasic